Il mezzo è stato realizzato con la Croce Rossa e con il contributo dei dipendenti pari a 85 mila euro

La prima lavanderia mobile realizzata in Italia, che viaggia su quattro ruote, dotata di lavatrici e asciugatrici e capace di raggiungere anche le zone più isolate. La nuova invenzione di casa Whirlpool è stata presentata ieri mattina nella sede nazionale della Croce Rossa Italia, partner dell’innovativo progetto; la lavanderia mobile è frutto della collaborazione tra la multinazionale americana degli elettrodomestici e Croce Rossa, che così aumenta la sua capacità di risposta sul campo, con una vettura unica nel suo genere.

Un’invenzione… solidale

La lavanderia che viaggia su quattro ruote è stata subito messa a disposizione del Comitato Regionale della Cri del Lazio, che in una prima fase la utilizzerà per fornire ulteriore supporto alle comunità delle frazioni più rurali colpite dal sisma. Successivamente, sarà impiegata in attività di sostegno per le persone senza dimora di tutta la regione, pronta ad essere utilizzata per eventuali emergenze future.

Whirlpool con questa operazione conferma ancora una volta la sua attenzione per le tematiche sociali; non soltanto da parte dei vertici ma anche di tutti i collaboratori e dipendenti. Il veicolo è stato realizzato grazie ad una donazione complessiva dell’azienda in favore di Croce Rossa pari a 170 mila euro, raccolti con il contributo dei dipendenti Whirlpool in Italia che, attraverso il payroll living, hanno aderito con entusiasmo all’invito dell’azienda e donato parte del proprio salario a sostegno delle attività della Croce Rossa Italiana. I fondi così raccolti, pari a 85 mila euro, sono stati raddoppiati di Whirlpool secondo il principio del matching gift.

Vince la continuità

Una collaborazione quella tra la multinazionale americana e l’associazione che prosegue all’insegna della continuità.

La realizzazione di questa vettura totalmente equipaggiata di lavatrici e asciugatrici donate da Whirlpool, sarà seguita dalla donazione di altri mezzi analoghi che aiuteranno Croce Rossa Italiana nelle sue attività in favore delle persone più vulnerabili. «Con questo progetto si rinnova il nostro impegno in attività tese a rispondere ai bisogni e alle aspettative della comunità dove operiamo – dichiara Esther Berrozpe Galindo, presidente di Whirlpool Emea e vicepresidente esecutivo di Whirlpool Corporation – Siamo orgogliosi di continuare a collaborare con la Croce Rossa Italiana, un’eccellenza di volontari e professionisti al servizio dei cittadini. La risposta dei nostri dipendenti è stata straordinaria: ci auguriamo che anche grazie al nostro supporto, sia possibile contribuire alla ricostruzione della quotidianità famigliare delle comunità colpite». Soddisfazione viene espressa anche da Cri.

«Voglio personalmente ringraziare chi ha deciso di donare un parte del proprio stipendio per la realizzazione di questo straordinario veicolo – commenta Francesco Rocca, presidente della Cri – che sarà utile per le popolazioni colpite dal sisma e permetterà anche in futuro alla Croce Rossa di rispondere in maniera ancora più capillare a ogni esigenza riscontrata sul territorio nazionale».

Fonte: La Provincia di Varese